Agli Inglesi copiare è permesso?

La sfida con l’Inghilterra non si compie solo sui campi di calcio ma anche sul web: una azienda italiana si è trovata privata del proprio marchio, da una società inglese operante nello stesso settore dell’informazione digitale sulla salute (mHealth).

L’azienda inglese non si è neppure preoccupata di verificare se il marchio in questione (myHealthbox) fosse già registrato ed utilizzato, forte della propria partnership con Microsoft Healthvault e dell’esposizione mediatica ottenuta grazie all’inaugurazione del nuovo servizio realizzata niente meno che dal Ministro della Salute inglese (Paul Burstow ) con tanto di video postato sui principali canali media.

Di fronte alle rimostranze della società italiana, gli inglesi hanno posto un formidabile sbarramento costituito da un noto (e costosissimo) studio legale di Londra che, in puro stile anglosassone, ha cercato di affermare l’invalidità del marchio Europeo correttamente registrato. Forse gli inglesi si sentono sempre meno Europei o semplicemente a loro è permesso copiare?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s