Acido folico e prevenzione dei DTN: un’opportunità persa

Background
Ogni anno circa 4.500 gravidanze in Europa sono affette da difetti del tubo neurale. Sebbene la certezza del ruolo preventivo della supplementazione preconcezionale e nel I trimestre di gestazione sia ormai fuori discussione ,tuttavia le
politiche sanitarie dei vari Paesi europei non sono
state univoche con un riflesso negativo sulla prevalenza dei DTN. 13 Paesi europei hanno adottato una politica sanitaria di supplementazione e campagne educazionali a partire dal 1999 ,tra cui l’Italia.
I primi Paesi sono stati Irlanda e UK nel 1992-93, seguiti dall’Olanda nel 1993. Dieci altri Paesi hanno introdotto una politica di raccomandazioni negli anni successivi , tra cui Francia e Spagna nel 2000-2001 mente l’Italia ha definito linee guida e raccomandazioni dal 2004. Tali politiche
prevedono il consiglio della assunzionedi 0.4 mg -0.5 mg al giorno preconcezionale e nel primo trimestre.
Materiali e metodi
Eurocat è il network dei registri delle malformazioni congenite in 18 Paesi europei Europa che ha analizzato i dati relativi 9 milioni 273212 nascite, inclusi 8913 feti affetti da DTN.
Risultati
Ad esclusione di Regno unito ed Irlanda con una riduzione del 30% e dell’ Olanda dove la riduzione è stata del 43%, in tutti gli altri Paesi (compresa l’Italia) non vi sono state significative variazioni (comprese solo tra il 2 e l’8%) indipendentemente dall’esistenza o meno di raccomandazioni da parte dei governi e delle figure sanitarie.
Questo è dovuto al fatto che mentre in UK e Irlanda vi è anche una politica di integrazione delle farine con acido folico ed in Olanda si è documentato che almeno il 36% delle gestanti utilizza acido folico dal 1999 percentuale che sale al 60% nelle donne di livello socioeconomico più elevato, negli altri Paesi tali percentuali sono molto più basse ,tra il 5 ed il 19%.,anche perché almeno il 50% delle gravidanze non sono programmate.
Va inoltre ricordato che il numero dei nati con DTN sembra apparentemente basso perché tali anomalie sono molto spesso motivo di richiesta di interruzione di gravidanza nel 1 e 2 trimestre.
Conclusioni
La prevenzione dei DTN è ancora lontana anche in Europa. Nonostante le raccomandazioni, la percentuale di donne che assume acido folico è inaccettabilmente bassa, in particolare in epoca periconcezionale.
Tutte le donne potenzialmente in cerca di prole dovrebbero essere consigliate ad assumere acido folico alle dosi raccomandate prima del concepimento.
“E’ inaccettabile che la prevenzione si basi solo sull’interruzione terapeutica della gravidanza conseguente alla diagnosi prenatale ,quando è possibile una prevenzione primaria”.
Inoltre l’assunzione di acido folico preconcezionale e durante la gestazione ha documentati altri benefici ,come la prevenzione di altre malformazioni, della preeclampsia, dell’aborto del primo trimestre e del distacco di placenta.
Ref Busby A et al : Preventing neural tube defects in Europe : population based study BMJ 2005:330 ;570-575

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s