La Filariosi cardiopolmonare del cane e del gatto

Una malattia letale che si può prevenire efficacemente con l’assunzione mensile di Cardotek Plus

La Filariosi Cardiopolmonare: una malattia in evoluzione
La Dirofilaria immitis, agente della Filariosi cardiopolmonare, è trasmesso dai cani infetti ad altri cani sani tramite la puntura di zanzara; quando la zanzara fa un pasto di sangue su un cane infetto, ingerisce le forme immature del parassita. A condizioni ambientali favorevoli, dopo circa 15 giorni, queste forme del parassita sono già in grado di infettare un nuovo cane non appena la zanzara fa un altro pasto di sangue.
Diversi fattori climatici e di popolazione (variazioni delle temperature, urbanizzazione, spostamenti crescenti di persone e animali) stanno modificando alcuni aspetti della salute umana e animale; in particolare per le malattie veicolate da vettori artropodi, come la Filariosi cardiopolmonare, trasmessa dalle zanzare.
La Filariosi del cane e del gatto è in forte espansione in tutta Europa: in Italia, ha definitivamente raggiunto zone del centro-sud un tempo considerate indenni.
All’origine della maggiore diffusione c’è l’aumento del numero delle zanzare. La zanzara tigre (Aedes Albopictus) ha progressivamente colonizzato il nostro Paese contribuendo ad aumentare i rischi di trasmissione della Filariosi. Inoltre si è creata una “alleanza” tra le specie di zanzare tradizionali del nostro Paese (Culex pipiens) che agiscono di sera, e la zanzara tigre che agisce di giorno: il risultato è che il rischio di trasmissione della Filariosi non è soltanto un problema del crepuscolo, ma lo è per tutta la giornata. Ma non basta: rispetto alle zanzare autoctone, la zanzara tigre resiste di più alle basse temperature: quindi il periodo di trasmissione si allunga sino all’autunno inoltrato. La ricerca ha evidenziato come, in un solo anno, si possano avere fino a 10 generazioni di zanzare tigre.
Un simile quadro dimostra come i rischi di trasmissione siano in costante aumento, 24 ore al giorno per quasi tutti i mesi dell’anno.

Le FiIariosi: meglio prevenire!
Le Filariosi pericolose per il cane sono due: la Filariosi Cardiopolmonare, che può essere mortale, e la Filariosi Sottocutanea.
La Filariosi Cardiopolmonare, fino a pochi anni fa endemica dalla Pianura Padana alla Toscana, comprese le fasce collinari e pedemontane, si è estesa al Sud raggiungendo Lazio, Abruzzo, Sardegna e Puglia.
La Filariosi Sottocutanea, attualmente, è ormai presente in tutta Italia.
L’arma vincente contro le Filariosi è la prevenzione che va iniziata ad Aprile (cioè un mese dopo la comparsa delle zanzare) e terminata a Dicembre (cioè un mese dopo la scomparsa delle zanzare).

Cardotek Plus con la sua formulazione in tavolette masticabili a base di vera carne rappresenta un’arma preventiva facile da somministrare e molto gradita al nostro amico a quattro zampe.
La Filariosi cardio-polmonare è una malattia grave che, per fortuna dei nostri cani e gatti, può essere prevenuta in modo sicuro ed efficace.
Cardotek Plus somministrato mensilmente per 9 mesi, assicura la completa protezione della malattia attraverso l’eliminazione delle forme immature del parassita inoculate durante i 30 giorni precedenti. La tavoletta masticabile a base di vera carne, molto appetibile, si è dimostrata la soluzione più adottata e più gradita ai cani ed ai loro proprietari. Uno studio scientifico condotto con cani lasciati liberi di scegliere tra la tavoletta masticabile a base di vera carne ed una compressa appetibilizzata, ha dimostrato che il 99% ha optato per la tavoletta masticabile.
Il cane considera la tavoletta masticabile di vera carne un ‘premio’ dato dal proprietario, al punto da divenire un appuntamento, piacevole ed indispensabile, per la salute dell’animale. Con la tavoletta si evitano anche i problemi connessi all’uso di compresse o iniezioni, che gli animali non sempre gradiscono.
Cardotek Plus è dotato di una rapida eliminazione dall’organismo dell’animale (entro poche ore dalla somministrazione), un vantaggio che ne accresce la sua sicurezza di impiego.

La Filariosi Cardiopolmonare Felina: una malattia sottovalutata e pericolosa
La ricerca e gli studi recenti della Medicina Felina confermano quello che il buon senso e l’osservazione dimostrano: il gatto non è non deve essere curato come un ‘piccolo cane’; è un animale differente che necessita di cure appropriate e studiate apposta per lui.
La Filariosi Cardiopolmonare, causata dallo stesso parassita del cane e trasmessa dai medesimi vettori della malattia (le zanzare) colpisce anche i gatti. In questi animali la malattia si manifesta con modalità differenti e, per tanti aspetti, anche più gravi rispetto a quelle del cane. Per la peculiarità con cui si manifesta e per la difficoltà diagnostica, è sempre stato difficile tracciare un quadro preciso della patologia, facendone sottostimare la reale diffusione.
Nel gatto, infine, la situazione è aggravata dall’assenza di una terapia adulticida specifica. La prevenzione, anche in questo caso con Cardotek Fx, specifico per il gatto in formulazione masticabile a base di vera carne e molto appetibile, è l’arma fondamentale contro questa pericolosa malattia parassitaria.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s